Wednesday, March 14, 2012

Basso Elettrico nel genere Fusion - Jazz Rock

Il basso elettrico,nel genere Fusion - Jazz Rock, quale ruolo ricopre, ed il bassista quali caratteristiche deve possedere? Cominciamo col dire che nello stile Fusion - Jazz Rock, il bassista elettrico può esprimere tutte le proprie potenzialità ritmiche e solistiche.
E' caratteristica comune a questi stili l'aver avuto origine da molteplici radici musicali, come il Blues, il Rock, lo Swing e la musica Latina in generale, nonché l'aver tratto spunto anche dalle origini africane ed asiatiche, da qui appunto il nome Fusion ad intendere cioè proprio la fusione di più stili musicali.

A chi vuole iniziare lo studio approfondito di questo stile pertanto, viene richiesta una preparazione culturale e tecnica di primissimo livello, infatti da un punto di vista strettamente tecnico, ai bass players, ovvero ai bassisti, sono indispensabili fondamentalmente due requisiti e cioè l'uso corretto della divisione in sedicesimi con le relative pause ed una corretta impostazione delle dita delle mani, specialmente quella sinistra.
Non è un caso che i più conosciuti ed affermati bassisti di questo genere sono nomi di primissimo piano, proprio per la necessità di possedere, come dicevo prima, una tecnica davvero impressionante.
Per fare alcuni esempi, possiamo dire musicisti bassisti come, Jimmy Haslip (Yellow Jackets), Marcus Miller, Alain Caron (Uzeb), Victor Wooten, Jeff Berlin e tanti altri ancora.
A tal proposito vi ricordo che nel mio blog ho postato alcune partiture per basso elettrico, tra cui alcune dei bassisti sopra menzionati- Partiture per Basso Elettrico -
In soldoni il bassista Fusion è colui che riesce ad inserirsi all'interno di un brano esprimendo al meglio le proprie potenzialità ritmiche e solistiche.